domenica 23 ottobre 2011

Scout da Legare
All'ex manicomio di Mombello-Limbiate, uscita di apertura per il gruppo scout Milano 37

78 Scout all'ex manicomio di Mombello-Limbiate. Qualcuno penserà: “Li hanno finalmente curati per quello che sono: matti!”. E invece no, il gruppo scout Milano 37 ci ha trascorso solo il finesettimana del 15-16 ottobre per fare i cosiddetti passaggi. In altre parole, i cuccioli di 8 anni entrano in Branco, i lupetti di 12 anni passano in reparto, gli esploratori e le guide di 16 anni passano in noviziato e vengono nominati gli educatori a capo delle unità. Un rito tutti gli anni uguale e tutti gli anni diverso: quest’anno è stato diverso perché le staff di educatori hanno visto molti rimescolamenti e perché dopo 20 anni da Capo Gruppo, Laura Quaratesi ha salutato il Milano 37 per continuare il suo servizio su altre strade. A lei, fondatrice del gruppo nel 1990,  va il nostro ringraziamento. Così come ringraziamo Andrea (7 anni di servizio), Francesca (7) e Vittorio (1). La domenica i lupetti (8-11 anni) hanno vissuto il racconto giungla “Fratelli di Mowgli”, le squadriglie del reparto (12-16 anni) si sono sfidate nella gara di cucina sui bidoni e la comunità R/S (17-20 anni) ha ascoltato le parole di Massimo Dorini, educatore nelle strutture ASL che oggi occupano gli edifici di quello che è stato il più grande ospedale psichiatrico della Lombardia. Tra le sue mura di cinta, alla fine degli Anni 70 vivevano più di 3.000 pazienti e lavoravano quasi 3.000 persone: una città nella città, quando l’uomo e la medicina credevano che chi esibisse comportamenti anti-sociali fosse un’anima perduta per sempre, prima che l’Italia conoscesse lo psichiatra triestino Franco Basaglia, autore e promotore della legge 180 che dal 1978 rivoluzionò il trattamento dei malati mentali.

Nessun commento:

Posta un commento